Scrivere un diario

Da bambini a ragazzi: come modificare l’arredo della loro stanza

Gli anni passano, e i bambini crescono. Quei frugoletti che fino a pochi anni fa dormivano in un lettino con le sponde, si sono trasformati in giovani adulti alti quasi due metri, con necessità e gusti diversi da quelli di chi sta iniziando a muovere i primi passi. Ecco come rinnovare la loro stanza, senza necessariamente spendere un patrimonio.

Come riorganizzare le pareti

Via gli adesivi e i disegni, anche se potete lasciarne un paio dei migliori, incorniciandoli come fossero piccole “opere d’arte”. Se i muri sono ancora in buone condizioni, non c’è bisogno di ritinteggiare tutta la stanza. Per spezzare la tinta unita, potete creare un accento di colore dipingendo uno dei muri (meglio quello sopra al letto) con una tinta decisa, come l’arancio o anche il nero. Una volta asciugata la vernice, posizionate qualche poster in bianco e nero con cornici chiare, appendendoli tutti alla stessa altezza. Ciò creerà subito una sensazione di equilibrio e di ordine anche se il resto della stanza è un po’… caotico.

Piani di lavoro e libreria

La parola d’ordine deve essere minimalismo: ovvero, pochi elementi d’arredo, preferibilmente a tinta unita e semplici da pulire, comodi e funzionali. Per lo studio, meglio scegliere una scrivania con la possibilità di alzare e abbassare il piano di lavoro, completa di una sedia ergonomica. La vecchia libreria non sarà più sufficiente: per risparmiare spazio, potete appendere delle mensole a diverse altezze intorno alla scrivania.

Illuminazione e finestre

Per un’illuminazione di maggior atmosfera, togliete il lampadario centrale e posizionate un paio di piantane. Ai ragazzi piace che la propria stanza abbia il “feeling” di un piccolo rifugio: saranno entusiasti di lampadine con il dimmer che permette anche di modificare il colore della luce.

Per quanto riguarda le finestre, via le tende con i disegni fantasia di quando erano piccoli. Scegliete una più moderna tenda a pieghe piatte, di colore bianco e di cotone spesso.

Giochi “vecchi” e nuovi

Sbarazzarsi dei giochi vecchi non sarà difficile. Esistono centri dove potete lasciare quelli ancora in buone condizioni, che saranno rivenduti o regalati a chi ne ha bisogno. Ci sono comunque alcuni oggetti dai quali i ragazzi non si vogliono separare, anche se sono già cresciuti. Potete posizionarli su una libreria, uno accanto all’altro.

Se nella stanza c’è una console di gioco, vi consigliamo di organizzare uno spazio per tenere in ordine i telecomandi, i cavi e i vari titoli dei giochi. Per il televisore, invece, scegliete una staffa orientabile e appendetelo al muro.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *